Amore e Psiche

L’asino d’oro di Apuleio, conosciuto anche come Le metamorfosi, è un’opera composita ed estremamente moderna. In essa, di cui qui si riporta l’apologo di Amore e Pische, confluiscono spunti provenienti dalla tradizione latina ma anche tutti gli influssi della civiltà greca e dell’Oriente, a cui Roma si stava allora aprendo. Nelle pagine dedicate ad Amore e Psiche si sente forte l’influenza della filosofia platonica, contemperata tuttavia da ironia e sensualità: nell’opera di Apuleio finisce per convergere un intero mondo, con la sua arte, le sue dottrine e le sue credenze magiche e religiose.