Viaggiatori del Seicento

Viaggiatori del Seicento

“Godono ancora la frescura d’un’altra pianta, che fa le foglie molto verdi e grandi, a tale che vi può star sotto una persona al rezzo, e fa una certa sorte di frutte lunghe un palmo ed altre meno, che chiamano “bananas”, grosse come un cetriolo e da la buccia liscia, che si monda come quella del fico nostrale, ma assai più grossa e soda, e quello che resta di dentro si mangia ed è di sapore dolce ed aspetta al dente, quasi popone ben maturo ma più asciutto e senza sugo”.

Francesco Carletti

Potrebbero piacerti anche

Rumore

Rumore

Daniel Kahneman, Olivier Sibony, Cass R. Sunstein
Narrare humanum est

Narrare humanum est

James Clifford, Stefano Bartezzaghi, Maurizio Bettini, Lina Bolzoni, Ivano Dionigi, Silvia Vegetti Finzi, Luigi Zoja

Prodotti correlati